Smart&Start finanzia l'innovazione

Bando di finanziamento di imprese innovative anche di nuova costituzione.

Sempre più spesso, sia per la necessità di adeguarsi alle politiche comunitarie sia perché in situazione di crisi e poca disponibilità di risorse, si punta a finanziare bandi che riguardano imprese innovative.

Per effetto del Decreto Ministeriale del 6 marzo 2013, il ministro dello sviluppo economico ha emesso un nuovo bando riguardante il finanziamento di imprese innovative anche di nuova costituzione. Le domande possono essere presentate a partire dal 4 settembre 2013 in forma telematica. Vediamo di cosa si tratta.

Il bando si compone di due diverse linee di misura una denominata Smart e l'altra Start. In breve finanziano gestione ed investimento d'imprese.

  • SMART finanzia il conto gestione (con un contributo annuo fino a 50.000 euro, per un ammontare complessivo fino a 200.000 euro in quattro anni. Per le domande presentate da “start-up innovative” il contributo complessivo può essere elevato fino a un importo massimo di 300.000 euro. La percentuale di finanziamento varia dal 15% al 35% dei costi complessivi a seconda della localizzazione dell'attività imprenditoriale) dei primi anni di attività per le nuove imprese che propongano innovazione di processo, di prodotto o orientati a raggiungere nuovi mercati o a intercettare nuovi fabbisogniubicate in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia.
  • START finanzia il conto investimento iniziale (Ogni società può ricevere un contributo fino ad un massimo di 200.000 euro comprensivo dei servizi di tutoring tecnico-gestionale.Il contributo è pari al 65% delle spese per investimenti; tale percentuale è elevabile fino al 75% per le società costituite esclusivamente da giovani under 36 e/o da donne) per le nuove imprese ubicate in Calabria, Campania, Puglia e Sicilia che intendano operare nell’economia digitale e/o valorizzare economicamente i risultati della ricerca pubblica e privata.

I due incentivi – Smart e Start – sono cumulabili, fino ad un massimo di 500.000 € in quattro anni, per ogni impresa beneficiaria.
Gli incentivi sono rivolti alle società di piccola dimensione, costituite da meno di sei mesi.

Per richiedere le agevolazioni non è però necessario aver già costituito la società: possono accedere a Smart&Start anche “team” di persone fisiche in possesso di una business idea. La costituzione della nuova società sarà richiesta solo dopo l’approvazione della domanda di ammissione alle agevolazioni.

Lo studio è in grado di presentare le domande di finanziamento.